Aretino, Pietro

Authority

  • Tipologia: Persona Fisica
  • Date di esistenza: 1492-1556
  • Attività: Poligrafo
  • Storia: Figura anticonformista e dallo spirito caustico, è considerato il modello del cosiddetto anti‐Rinascimento. Da Perugia si trasferisce a Roma, città in cui inizia la sua attività di libellista mordace e satirico. A causa dello scandalo provocato dai suoi “Sonetti lussuriosi”, nel 1526 va a Venezia, dove trova accoglienza nel mondo delle stamperie. Scrive nei generi più svariati, e le tracce di una vita avventurosa sono riflesse nelle sue opere: commedie come “La Cortigiana” (1525 e 1534) e “Il Marescalco” (1527-30), i dialoghi tra prostitute indicati come “Ragionamenti” (o “Sei giornate”, 1534 sgg.), prose religiose (come l’“Humanità di Cristo”, 1535) e sei libri di “Lettere” (1538 sgg.).
  • Fonti (vedi legenda): 3; 4: Nadia Cannata, "Dizionario biografico degli scrittori italiani", Bologna, Zanichelli, 1997, p. 21; “Le Garzantine. Letteratura”, t. 1, “A-O”, Milano, Corriere della sera-Garzanti, 2006, pp. 43-44
  • Ultimo aggiornamento: 2012-05-03

Risorse collegate in archivio